5
(1)

GASTON
È il nome d’arte di Gastone Serrangeli, nato ad Ancona il 26 febbraio del 1947 dove vive e lavora. Il suo approccio alla pittura nasce dalla personale inclinazione all’arte espressiva che lo spinge, negli anni ’70 ad approcciarsi al collezionismo.

Vota l'Artista

Voti Ottenuti 1 - Media 5 Stelle

  • In seguito, grazie all’esortazione della moglie, inizia a sperimentare un suo personale percorso di avvicinamento al disegno e alla pittura attraverso l’utilizzo di diverse tecniche: acrilico su tela, su carta, o cartoncino, china su cartoncino, disegno con grafite e pastelli e, saltuariamente, collage.

    Negli anni ’90 il suo cammino di formazione personale si arricchisce della frequentazione dello studio del pittore José Guevara che aveva nelle Marche la sua seconda casa.

  • La sua prima esposizione è del 1994 presso l’antica chiesa romanico-gotica di Santa Lucia al Poggio di Ancona.

    La sua città natale ospita più volte sue esposizioni: la prima, a cavallo tra 2010 e 2011 è la personale: “Onirico”, ospitata presso i locali della settecentesca Mole Vanvitelliana; segue, nel 2015, presso la Galleria Puccini la personale “Tangibile e intangibile” sul tema della percezione corporea e, nel 2016 la personale “Io ho dieci anni” presso gli spazi espositivi di Palazzo Camerata.

  • Sempre nelle Marche si sottolinea la mostra personale “Volo radente” (Serra de’ Conti, 2010) e la donazione di alcune opere della serie “In charta” alla Biblioteca comunale di Pesaro.

    Nel 2015 ha partecipato con l’opera “New York dream” all’esposizione collettiva “The Art album Live” presso la Vault Gallery di Miami (Florida) nell’ambito di “Art Basel Miami Beach”.

    Nel 2016 espone alla collettiva: “Press a button! Stimolazioni contemporanee” presso la Galleria Merlino di Firenze.

     

Condividi con: